upea scafati

L’UPEA STECCA LA PRIMA


Il tanto atteso esordio in Legadue è arrivato. Dopo 4 anni l’Upea Orlandina Basket è tornata tra i professionisti e di fronte, subito, la quotata Scafati.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio. Le due formazioni sembrano ancora studiarsi e l’unico realmente a mettersi in mostra è, come prevedibile, Ronald Slay sotto le plance dell’Upea. I paladini sono costretti ad usare le maniere forti per contenerlo ed infatti, a meno di cinque minuti dal termine del primo quarto Otis George ha già due falli e Bernardi lo siede obbligatoriamente in panchina.

Scafati chiude in vantaggio la prima frazione ma soltanto grazie ad una tripla sulla sirena di Tavernari. 18 a 20 per gli ospiti. Talor Battle ha giocato un primo quarto pazzesco con ben 11 punti segnati come Slay per Scafati.

Il secondo quarto si apre con un parziale a favore degli ospiti di 6 a 0 che costringe Bernardi a fermare l’inerzia della gara con il primo time out. Ci pensano Battle, con una tripla, Benevelli da due e ancora Rullo da tre a rimettere i paladini in partita raggiungendo gli avversari a 5’36” dall’intervallo lungo (26 a 26). Scafati tenta con i punti di Slay di allungare portandosi sul più 5 ma ancora Battle ruba palla e realizza mantenendo i paladini ancora in scia. Il quarto si chiude 33 a 38 per Scafati che ha fatto valere il proprio peso a rimbalzo. L’Upea ha tirato male con percentuali inguardabili. 2 su dieci da tre per un totale al tiro del 32%. Guerra di punti tra Battle e Slay che chiudono il secondo quarto con 16 a testa, unici in campo in doppia cifra.

Il terzo quarto è caratterizzato da un botta e risposta dei due protagonisti della gara. Battle e Slay a suon di punti non si risparmiano a discapito, però, di un gioco di squadra sinceramente assente per entrambe le formazioni. A 5 minuti dalla sirena del terzo quarto Otis George sembra entrare in trans agonistica con un ottimo canestro in attacco e stoppata su azione successiva di Scafati che consente ai paladini di realizzare altri due punti e rimanere in partita sul 42 a 45. A due minuti dalla fine il sorpasso dell’Upea 50 a 47 grazie ad un’ottima difesa e alla confusione mostrata in attacco da Scafati. Ed è proprio il caos per gli ospiti tanto che è Ronald Slay, in maniera decisamente plateale, a chiamare il time out invitando il suo coach, che esegue senza battere ciglio, a fermare l’inerzia della gara. Il terzo quarto si chiude 50 a 49 per i padroni di casa.

L’ultimo quarto si apre con un 4 a zero dell’Upea che si porta così sul più 5. A fermare la corsa paladina una tripla di Porta e un tiro da sotto di Slay che riporta tutto in parità (54 a 54). Si continua sul filo dell’equilibrio ma la palla comincia a pesare e gli errori non mancano per entrambe le formazioni. E’ Tavernari che tenta di spezzare la partita con due triple consecutive che portano i suoi sul più 4 a 3’24” dalla fine dell’incontro (60 a 64). Otis George non tiene Slay sotto le plance ela sua esperienza si fa sentire. + 6 per Scafati a 2 minuti dalla sirena. Gli ospiti cominciano a giocare sfruttando tutti e 24 secondi a disposizione in ogni azione di attacco ed a 1’11” dalla fine ancora più 6 (62-68).

Gli ultimi secondi sono giocati da Scafati cercando di ottimizzare al meglio una serata decisamente non brillante. A 20 secondi dalla fine viene mandato in lunetta Tavernari che fa due su due e Scafati è sul più 8. Butta la pasta coach Di Carlo con la schiacciata di Ghiacci che chiude la gaa. Finale 65 Upea 72 Scafati.

La prima è andata e l’Orlandina deve riflettere su cosa migliorare sin da subito. L’affollamento in infermeria non aiuta, ma il tempo sì.

UPEA Capo d’Orlando – GIVOVA Scafati 65-72 (18-20; 33-38; 50-49)

UPEA: Young 17, Vignali ne, George 5, Poletti 2, Benevelli 16, Palermo, Battle 22, Pellegrino, Rullo 3, Caronna, Bontempo e De Lise n.e. Coach: Massimo Bernardi
SCAFATI: Mays 7, Bushati 2, Tavernari 20, Baldassarre 2, Rosignoli 2, Porta 2, Ghiacci 6, Slay 31, Sorrentino, Matrone, Izzo e Maisano n.e. Coach: Gennaro Di Carlo

Arbitri: Ursi Stefano, Di Toro Claudio, Giovanrosa Renato

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close