sfarandina_pp

SFARANDINA SPRECONA NON VA OLTRE IL PARI


Nella seconda giornata del girone C di Prima Categoria, al Comunale di Castell’Umberto si sfidano Sfarandina e Valle del Mela, a caccia dei primi punti in campionato, dopo le sconfitte rimediate, rispettivamente contro Orsa e Aquila Bafia.

Entrambe le squadre si presentano con un tradizionale 4-4-2. Nella formazione locale spiccano, in difesa le ottime individualità di Cono Genova, difensore autoritario e dai piedi buoni, e a centrocampo la notevole visione di gioco di Mignacca, geometra del centrocampo sfarandino. In avanti il duo d’attacco Nibali-Salpietro si muove in modo sincronizzato, con il primo a fare da sponda per il secondo il quale sfrutta la sua grande agilità, mettendo in subbuglio e in costante apprensione la difesa avversaria. Dall’altra parte il Valle del Mela si presenta con una squadra profondamente rinnovata e imbottita di giovani, guidata dall’esperienza di Zarzaca, nella doppia veste di allenatore e giocatore faro del centrocampo.

La Sfarandina alla prima occasione passa subito in vantaggio: al terzo minuto di gioco, su perfetto lancio di Mignacca, Salpietro si invola in solitario verso l’area di rigore e, a tu per tu con il portiere Costa, lo batte con un preciso diagonale all’angolino. Nella prima parte del primo tempo la supremazia della Sfarandina è netta, mentre il Valle del Mela appare veramente poca cosa. Al 13’ la squadra locale potrebbe addirittura raddoppiare: c’è infatti un chiaro fallo di mano nell’area di rigore avversaria, in seguito a un’azione personale dello scatenato Nibali. Sembra rigore netto ma l’arbitro lascia correre, tra lo stupore generale. Nella seconda parte del primo tempo, dopo un pessimo inizio, il Valle del Mela si rianima e al 40’ trova il pareggio: punizione angolata di Piccolo, Galvagno ci arriva ma non trattiene, Carcione G.,il più vicino al pallone,invece di spazzare rapidamente, tentenna, e Santoro approfittando, da perfetto opportunista, dello svarione difensivo trova  l’1 a 1 con una scivolata sotto porta.

Nella ripresa Mister Conti adotta delle correzioni, ripresentando la Sfarandina con un 3-5-2 un po’ più spregiudicato. La soluzione, almeno inizialmente, si rivela però poco efficace perché gli esterni sulla fascia spingono poco e male. Il Valle del Mela, invece, si limita a difendere il pareggio. Così ci sono pochissimi episodi da rilevare, e la partita, giocata prevalentemente a centrocampo, si fa anche nervosa, spigolosa e scorbutica, anche a causa del mediocre arbitraggio di Saia, della sezione di Palermo, che con i suoi errori penalizza soprattutto la formazione locale. Negli ultimi minuti la partita si vivacizza un po’ per merito dell’intraprendenza della Sfarandina che si butta all’attacco in un disperato forcing finale, tentando in ogni modo di ottenere i tre punti. Al 72’,su passaggio filtrante di Nibali, il sempre pericoloso Salpietro tenta un pregevole pallonetto, con la palla che sembra entrare, ma un rimbalzo beffardo la fa sbattere sulla traversa. Al 75’ su tiro pericoloso di Mignacca  ribatte l’ottimo Costa, la palla va a finire sui piedi di Carcione V, ma l’estremo difensore del Valle del Mela è ancora miracoloso e salva il risultato. Infine all’86’ una splendida rovesciata volante di Carcione V. finisce fuori di un soffio facendo gridare al gol i tifosi locali.

A fine partita l’allenatore di una Sfarandina sfortunata e sprecona si dice soddisfatto della prova dei suoi, ma rammaricato per il fatto di essere stato punito dall’unica azione veramente pericolosa degli avversari. Dall’altra parte Mister Zarzaca loda la prova di cuore dei suoi giocatori e l’impegno dei tanti juniores in campo, ammettendo che la sua squadra non è ancora al massimo a causa delle tante defezioni, e deve trovare la giusta amalgama. Tuttavia si professa ottimista per il prosieguo del campionato.

L’impressione avuta dal responso del campo è che, comunque, sia la Sfarandina che il Valle del Mela non possano ambire a un campionato di vertice, ma al massimo aspirare a una tranquilla e serena salvezza.

Sfarandina 1 –  Valle del Mela 1

Marcatori: Salpietro (S) al 3’; Santoro (V) al 40’

 

Le Pagelle

SFARANDINA

Galvagno 6    Manera C. 6    Cono Genova 7    Carcione G. 5   Conti Nibali 6  Manera T. 5,5    Mignacca 6   Carcione V. 6,5   Mosè 5,5 (dal 59’ Pruiti Ciarello s.v.)  Nibali F. 6,5   Salpietro 7

Allenatore: Salvo Conti  6,5

 

VALLE DEL MELA

Costa 7   Cocozza 6   Bonina 5,5   Filorimo 6   Cambria 6   Bella 5,5   Capone 6  Zarzaca 6,5   Piccolo 6   Spadaro s.v. ( dal 25’ Micalizzi 5,5)   Santoro 6 (dal 88’ Terrizzi s.v.)

Allenatore: Zarzaca  6,5

 

Arbitro: Saia 5

 

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close