Tiger

LA TIGER BROLO RAGGIUNGE IL DUE TORRI. RISCATTO DELLA NUOVA ORLANDINA GUIDATA DAL PIRAINESE PEPPE RAFFAELE

Primo successo casalingo per la Tiger Brolo che sul filo del rasoio, all’89, infligge la sconfitta all’Aci Sant’Antonio esultando per la prima storica vittoria dell’Eccellenza tra le mura amiche. L’uomo goal del match ha il nome di Torre, lo stesso giocatore che regalò l’eccellenza ai Brolesi.  Primo tempo difficile per i ragazzi di mister Nardi grazie all’ottima disposizione tattica degli ospiti bravi a pressare e subito veloci nel ribaltare l’azione e portare seri pericoli alla porta difesa dal giovane Caserta. Solo in un paio di situazioni la Tiger conclude in porta in modo serio con Calabrese e con Adami, ma il bravo portiere avversario blocca a terra. La ribalta arriva verso il finale con il goal preciso di Torre che fa esplodere la gioia del Comunale brolese. Così la matricola Tiger del modesto e carismatico Mister Nardi si piazza al secondo posto insieme ai “cugini” dell’Orlandina e del Due Torri.

Il Due Torri di Piraino invece rallenta la corsa pareggiando contro un modesto Comiso sul sintetico dello stadio “Enzo  Vasi” di Gliaca di Piraino, rimanendo a distanza di un punto dalla corazzata Vittoria che si gode tutta sola il primo posto in classifica. Un Comiso, come dicevamo, modesto per prestazione ma non certo per sfrontatezza. Già dai primi minuti, infatti, nonostante la supremazia dei padroni di casa, gli avversari fanno di tutto per non andare sotto di qualche rete e combattono a viso aperto i Pirainesi. Tantissime le occasioni goal sprecate da entrambe le squadre. Porta stregata per i biancorossi, dopo le innumerevoli occasioni goal andate in fumo, al ’30 del secondo tempo l’arbitro assegna un rigore ai padroni di casa, sul dischetto Capitan Guido che non riesce a ipotecare i tre punti dato che il rigore viene abilmente parato dal portiere Annese. Nonostante la delusione il Due Torri continua la lotta fino al ’90 ma al termine della partita l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con un classico 0-0, fischiato a causa delle discutibili decisioni adottate durante il match. Mente proiettata già a domenica prossima per i Pirainesi di Alacqua  che dovranno affrontare il derby dei derby contro la blasonata Orlandina, guidata da qualche giorno dall’ex tecnico pirainese che sfiorò la D, Peppe Raffaele. Settimana intensa di preparazione, quella che verrà, per una sfida tra “ex” sicuramente tutta da gustare.

Motivato e sorridente il nuovo tecnico dell’Orlandina, il Pirainese Peppe Raffaele, che ha fatto volare la squadra al secondo posto, portando aria nuova tra i ragazzi del presidente Romagnoli. L’1-0 con la prima in classifica, Vittoria, da fiducia ai biancoblu che saranno all’opera per affrontare il Due Torri nel derbyssimo di domenica prossima al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close