servizio-turistico_pp

PRESENZE AGOSTO: MA QUALE BOOM? IL CALO IN LINEA CON IL DATO NAZIONALE


Si è parlato per tutto il mese di Luglio del boom “previsto” nel mese di agosto a Capo d’Orlando in totale controtendenza con i dati Istat che parlavano di un calo che avrebbe investito tutto il territorio nazionale. E così è stato anche a Capo d’Orlando.

Il Servizio Turistico Regionale n.16, ex AAST per intenderci, ha diffuso quest’oggi i dati relativi agli arrivi e alle presenze nel mese di Agosto sia per gli esercizi alberghieri che per gli extralberghieri.

C’è da dire che il dato relativo agli hotel orlandini è decisamente il più preciso in quanto confrontato con le stesse attività commerciali dello scorso anno. Il calo era previsto, nonostante titoloni su quotidiani che facevano presagire al boom “mai visto”. La realtà dei fatti è stata ben diversa e a risentirne, come sempre in questi casi, l’economia del paese. Meno gente, e si è visto, e soprattutto una sosta ancora più ristretta come durata rispetto all’agosto del 2011 superiore all’8% in meno. La crisi c’è e si sente. Il trend nazionale non poteva non passare anche per Capo d’Orlando che, peraltro, poco ha fatto per cercare di salvare il salvabile ma, forse, bisogna anche ammetterlo, poco c’era da fare.

Di seguito i dati ufficiali diffusi oggi:

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close