Happening4

“AMORE, MUSICA E PAROLE”: HAPPENING TEATRALE – LE FOTO

Ha stupito la folla presente all’antica stazione di posta di Gliaca di Piraino l’Happening teatrale “Amore musica e parole” ideato dalla giornalista santagatese Cinzia Scaglione e dalla cantante Katia Mastrolembo per la regia di Italo Zeus.

Lo spettacolo, promosso dall’associazione Fenalc-Fial, è stato patrocinato dall’Amministrazione comunale di Piraino, anche se aveva già esordito in luoghi altrettanto suggestivi come il Castello Gallego di Sant’Agata Militello. Italo Zeus, il regista Pirainese, torna in “patria” con uno spettacolo che ha incassato applausi scroscianti per tutta la serata, grazie ai suoi contenuti altamente culturali, alla recitazione magistrale di Cinzia Scaglione e al soave accompagnamento musicale di Katia Mastrolembo, Tindaro Raffaele e Peppe Imbroscì.

L’ideadi mettere in scena un happening teatrale nasce dalle due prime donne, Cinzia e Katia, animate dalla voglia di unire le rispettive peculiarità artistiche creando un binomio inscindibile tra recitazione e canto. L’amore in tutte le sue forme quello celebrato durante la serata. Dall’amore passionale e carnale, sino a quello per l’arte, per il cibo, per la musica, per la patria e per la libertà. Un amore, spiegato attraverso la musica, le parole, i colori e le immagini, celebrato in tutte le sue sfaccettature. Dramma e comicità si uniscono in uno spettacolo basato su momenti di riflessione, di ricordo per chi a causa “dell’eccesso di amore per un’idea” ha perso la vita e ha lottato. Indimenticabili i momenti in cui sono stati ricordati personaggi del calibro di Elio Vittorini, di Vincenso Consolo, il poeta santagatese devoto alla Sicilia e recentemente scomparso, ma anche personaggi che sulla lotta alla mafia hanno costruito la propria esistenza, come l’imprenditore Libero Grassi, ricordato dalle parole di Pippo Scandurra, il presidente dell’Associazione Nazionale Antiracket.

Un “viaggio mentale” dunque tra letteratura, teatro, cinema, musica e pittura, tematiche importanti affrontate con delicatezza e senza mai volgarità o banalità. Emerge e si fa spazio sempre più la figura dell’artista come guida, come persona che deve mobilitare le coscienze. Si cerca di restituire la giusta dignità al ruolo dell’artista come “sensibilizzatore”, ruolo che gli innumerevoli tagli alla cultura tentano di estirpare e di oscurare, ma che deve essere affermato con costanza e tenacia per non arrivare mai al più terribile degli scenari: la mortificazione delle idee.

Domani mattina la giornalista e attrice Cinzia Scaglione sarà ospite di Antonio Puglisi ai microfoni del programma “Cu c’è c’è” che va in onda ogni mattina dal lunedì al venerdì su Radio DOC dalle 8:00 alle 9:00.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close