consiglio brolo_pp

IL NO DEL CONSIGLIO COMUNALE ALLE SRR- NIENTE “NUOVE ATO RIFIUTI”

Si tratta di un “no” secco e unanime quello che il Consiglio Comunale di Brolo ha espresso durante la seduta di ieri sera.  Un solo importante punto all’ordine del giorno che ha concentrato l’attenzione di maggioranza e opposizione riguardo al delicato argomento della costituzione delle SRR, le Società di Regolamentazione dei Rifiuti, in poche parole le nuove Ato, che cambierebbero nome ma non modo di gestire il servizio rifiuti.

Sull’argomento sono intervenuti prima il Sindaco Salvo Messina, che ha fornito alcune precisazioni in merito alla situazione attuale riguardante la costituzione delle Società di Regolamentazione Rifiuti, una legge con troppe e profonde criticità, che poco fa capire sul futuro dei rifiuti in Sicilia. Secondo il sindaco brolese si calpestano le prerogative degli Enti Locali trasformandoli in meri esecutori di una riforma che finirà col pesare proprio sulle casse degli Enti Locali e sulle tariffe da applicare ai cittadini,un ulteriore schiaffo ai comuni e  nascita  di nuovi, inutili carrozzoni clientelari. Tutto sembra ricondurre  agli errori fatti con la nascita degli ATO: infatti, non ci sono stanziamenti certi per la fase di start-up, non ci sono, in atto, garanzie per i lavoratori e non ci sono elementi per sperare in un miglioramento della qualità del servizio e della sua economicità. E’ dunque necessario che gli Amministratori si riapproprino del loro ruolo ed  impediscano che un Governo ormai a fine mandato obblighi a dare vita ad una riforma che peserà interamente sulle spalle dei Comuni e dei cittadini.

Sono seguiti, poi, gli interventi di alcuni consiglieri tutti concordi sull’opportunità di non aderire alla costituzione della suddetta Società. Prima di passare alle dichiarazioni di voto il dibattito consiliare si è spostato su un argomento correlato, ovvero raccolta differenziata e riciclo: la produzione di rifiuti, ha  oggi un impatto ambientale decisamente preoccupante e in un momento storico in cui la salute del pianeta vacilla è necessario assumere comportamenti etici e responsabili nei confronti del nostro ecosistema. Il capogruppo del gruppo consiliare di maggioranza, Elisabetta Morini, ha presentato,  prima della dichiarazione di voto, un documento politico, che ha sintetizzato la posizione  dei consiglieri in merito alla questione SRR, in linea con le posizioni esposte dal primo cittadino.Ha fatto seguito la dichiarazione di voto del capogruppo di minoranza Irene Ricciardello.

Tutto il Consiglio ha dunque respinto la proposta, con la conseguente mancata approvazione dello statuto, dell’atto costitutivo e dell’autorizzazione al legale rappresentante  dell’ente. Sicuramente ciò avrà ripercussioni a livello regionale, dal momento che il consiglio di Brolo è riuscito ad alzare la testa e a ribellarsi a questo sistema pieno di cavilli e criticità, ma si tratta di una scelta coraggiosa e fatta nell’interesse dei cittadini e dei loro bisogni.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close