L’ESPERIA EMIGRA A PATTI

L’Esperia Handball giocherà gli incontri casalinghi al palazzetto di Case Nuove Russo a Patti. L’annuncio è stato ufficializzato alle ore 19:30 di domenica 31 luglio durante una conferenza stampa di chiarimento riguardo la situazione della società paladina che ha conquistato nella stagione 2010/11 la promozione in Serie A2, ma che non ha disponibilità di un palazzetto omologato dove disputarla. “Dopo due mesi di assoluto silenzio da parte della società e di interminabili discussioni infondate da parte dell’amministrazione, si fa finalmente chiarezza sulla posizione reale della nostra squadra”, ha dichiarato il d.s. Francesco Lenzo. “Siamo ottimisti perché il 30 Giugno il sindaco ha emesso un comunicato dicendo che si costruirà a breve un palazzetto che risolverà i problemi della nostra squadra, ma ritengo che la lettera inviata dal comune direttamente alla Federazione Italiana Giuoco Handball sia stata una mancanza di rispetto nei confronti della società, scavalcando il nostro ruolo e interloquendo direttamente con la FIGH”.

La conferenza stampa al Bar Ceraolo

Alla società era già stato impedito, a causa della mancanza di disponibilità di un campo di gioco regolamentare dove disputare le partite in casa, di iscrivere squadra al campionato di A2 dopo il ripescaggio del 2009/10. “Nonostante le polemiche la squadra quest’anno è già stata iscritta al campionato di A2 – continua Lenzo – e così non poteva non essere, visto che i termini di iscrizione sono scaduti il 24 giugno”. Le partite in casa, grazie alla disponibilità di Roberto Corona (presidente della Pallacanestro Patti) e di Mauro Aquino (sindaco di Patti), si disputeranno nel palazzetto di “Case Nuove Russo”.

La conferenza stampa al Bar Ceraolo

“Speriamo di poter tornare a giocare al più presto nel nostro paese – ha dichiarato il direttore sportivo – anche se non c’è ancora un vero e proprio progetto per il palazzetto, ma solo una richiesta di attribuzione dell’incarico, risalente al 27 aprile, da parte dell’associazione “Il Tartarughino”. Cerchiamo di essere ottimisti e credere che almeno stavolta l’amministrazione comunale garantisca risposte a questa società che si è spesa negli anni per portare il nome di Capo d’Orlando nei panorami della pallamano nazionale”.

La conferenza stampa al Bar Ceraolo

L’avvocato Nespola ha sbrigato sapientemente le pratiche di trattativa riattivando a marzo, dopo una breve pausa, i contatti con la FIGH (la quale ha il compito di risarcire la società per la mancata iscrizione al campionato dello scorso anno), ottenendo l’organizzazione di una manifestazione a carattere nazionale nel campo dove si disputeranno le partite dell’Esperia Orlandina, sia questo a Patti o a Capo d’Orlando. “Presenteremo nuovamente un’interrogazione all’amministrazione perché restiamo convinti che la nostra squadra avrebbe potuto giocare al PalaFantozzi, campo compatibile con i requisiti minimi per l’A2 (38×19), facendo le necessarie modifiche”. Dopo il 15 Agosto avrà inizio la preparazione atletica dei giocatori che dovranno disputare un campionato molto più duro rispetto agli scorsi anni. La società si sta già muovendo sul mercato, anche grazie a grandi sponsor, alla ricerca di atleti che potranno aiutare i ragazzi orlandini che hanno vinto il campionato di B1.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close