FOTO 1_pp

APERTA LA NUOVA CHIESA SAN FRANCESCO, SUGGESTIVA CERIMONIA DELLA DEDICAZIONE


“E’ arrivato il giorno da tutti auspicato. Siamo veramente lieti nel vivere un avvenimento cosi fausto”. Queste parole del parroco della parrocchia S.Lucia, padre Gaetano Franchina, sintetizzano bene le emozioni che hanno vissuto martedì scorso, 04 c.m., i tanti santagetesi e non solo. Dopo 15 anni di attese, speranze, infatti, la comunità di S.Agata M.llo ha un nuova chiesa dedicata al santo protettore d’Italia, San Francesco d’Assisi.

Il rito di dedicazione è stato presieduto dal vescovo di Patti, mons. Ignazio Zambito; presenti i parroci delle altre due parrocchie santagatesi, padre Enzo Vitanza, l’arciprete, padre Daniele Collovà, l’arciprete emerito, Mons. Antonino Spiccia, i diaconi, Michele Fazio e Filadelfio Alberto Iraci,  e molti sacerdoti, autorità civili e militari. Da evidenziare anche la presenza di un gruppo proveniente dalla parrocchia “Santa Famiglia” di Catania, gemellata con la parrocchia S.Lucia da molti anni, accompagnato dal loro parroco, padre Antonio Gentile.

Dopo una  breve processione che ha avuto inizio presso la parrocchia S.Lucia, giunti dinanzi alla porta della chiesa S.Francesco, ubicata nei pressi del bivio per Militello Rosmarino, con le parole del Vescovo “Varcate le porte del Signore con inni di grazie, i suoi atri con canti di lode” ha avuto inizio, la suggestiva cerimonia ricca di segni: l’unzione dell’altare  e delle pareti con l’olio sacro del crisma, l’incensazione dell’altare e della chiesa, la vestizione dell’altare, l’illuminazione della chiesa e dell’altare con sei candelabri e  la reposizione del Ss. Sacramento (nelle foto i vari momenti in successione).

Mons. Zambito durante l’omelia ha più volte sottolineato che “questa chiesa, ogni chiesa è incompleta  se ognuno di noi non fa la sua parte, se ognuno di noi non la rende viva”. Il Vescovo ha anche ricordato Mons. Vittorio Casella, predecessore di padre Gaetano Franchina. Mons. Casella, scomparso nel maggio 2008, infatti, è stato, colui che, a suo tempo, ha dato l’input per la realizzazione di questo Sacro Tempio.

Al termine della cerimonia, a suggello di questo speciale evento, è stato firmato dal Vescovo, da padre Franchina e dal Sindaco il verbale.

Il sindaco, Bruno Mancuso, visibilmente contento, ha manifestato la gioia di questo evento: “lasciamo alla comunità santagatese una nuova struttura. Era indecoroso giungere a S.Agata, lato Messina, e vedere quest’ opera per molti anni incompiuta. Questo è un altro successo, un obbiettivo a cui tanto tenevo. Certamente siamo tutti felici”.

Presenti, alla cerimonia, tutti coloro che fattivamente si sono adoperati per la realizzazione della chiesa, tecnici ed operai. (nella foto da sx a dx: Crivillaro Angelo, Visalli Francesco, Ing. Leo Lazzara, Calogero Armao, Gaetano Costanzo, Ing. Giuseppe Contiguglia,  Alfio Torrisi,  Salvatore Presti,  Salvatore Cavallaro,  Roberto Di Marco, Arch. Enza Lo Presti, Arch. Biagio Naro, il maestro Ettore Maria Merlino, Libero Di Marco).

Un ringraziamento da parte della redazione di 98zero.com va al fotoreport Antonio Visalli, che con professionalità, ha collaborato alla realizzazione di questo articolo fornendoci il materiale fotografico.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close