furriolo_pp

DISAGI SCUOLA FURRIOLO. L’INTERROGAZIONE DI GALIPO’


Disagi che destano preoccupazione nel plesso scolastico di Furriolo a Capo d’Orlando: Infiltrazioni d’acqua, cedimento di calcinacci dalla muratura, giochini inutilizzabili e telai esterni ossidati.
Ad evidenziare la problematica a poche settimane dall’inizio dell’anno scolastico 2012/2013, il Consigliere Comunale del gruppo “Insieme per Cambiare” Carmelo Galipò che attraverso un’interrogazione con allegata documentazione fotografica, dimostra inequivocabilmente lo stato di abbandono in cui versa l’Istituto ospitante le Scuole Materne ed Elementari.
A causa del degrado, molti  genitori sono allarmati e preoccupati per il rientro dalle vacanze dei loro pargoli nell’utilizzazione del plesso.
Per questo motivo Galipò, interroga il Sindaco, per sapere se non ritiene essenziale procedere con un’azione di lavori immediata prima dell’inizio dell’a.s, in attesa poi di un intervento complessivo che lo riporti agli onori di un tempo.

Di seguito testo integrale e foto:

“Tra qualche settimana avrà inizio, anche nella nostra Città, l’Anno Scolastico 2012/2013 e tanti bambini e ragazzi di Capo d’Orlando torneranno a faticare tra i banchi fino alla prossima estate;

il momento formativo è senza dubbio uno dei più importanti della nostra vita e soprattutto per i più piccoli costituisce lo start-up dell’apprendimento, quel “bagaglio culturale” che non si dimentica  mai;

proprio per questo tra i compiti di un amministratore, prima ancora che di un genitore, c’è quello di garantire e tutelare ad ogni costo quel percorso di studi che fortunamente nel nostro Paese è obbligatorio fino all’età di 16 anni;

la Legge affida ai Comuni la funzione dell’edilizia scolastica per le scuole dell’obbligo ed è sacrosanto dovere quindi delle Amministrazioni Comunali programmarne esistenza, sviluppo e salvaguardia (compresa quindi manutenzione ordinaria e straordinaria) degli stessi Istituti e quindi dei loro fruitori;

tra i plessi scolastici dislocati nelle varie zone della nostra Città, desta particolare preoccupazione, per questo oggetto del presente atto ispettivo, il Plesso di Furriolo che ospita le Scuole di grado Materne ed Elementari;
difatti un gruppo di genitori, allarmati per l’approssimarsi del rientro dalle vacanze, ha ritenuto opportuno evidenziare  un grave disagio che soffrono loro ed i loro pargoli nell’utilizzazione del plesso in questione;

la documentazione fotografica allegata, dimostra inequivocabilmente uno stato di abbandono in cui versa quella scuola;

tale documentazione, è stata prodotta dagli stessi genitori che trovando il cancello esterno della scuola aperto, come dimostra la foto 1, e curanti di non creare ulteriori danni hanno fatto qualche scatto;

considerato che quello riportato nel reportage è stato lo scenario che si sono trovati di fronte: muratura fatiscente, cumuli di materiale abbandonato, attrezzature accantonate sugli ingressi lato mare, ecc…

nell’ordine:

1)      Infiltrazioni e perdite d’acqua gravi nell’ingresso principale (foto 2);

2)      Cedimento di calcinacci dalla muratura;

3)      Mancato fissaggio del cancello dell’ingresso principale a causa del cedimento della muratura; (foto 3);

4)      Infiltrazioni e perdite d’acqua gravi su per le scale; foto 4-5-6;

5)      Infiltrazioni d’acqua anche dal “pozzo luce” posto in corrispondenza dell’androne;

6)      Cumuli di oggetti accatastati sul retro della scuola (lato mare);

7)      I giochini sul retro sono inutilizzabili! (foto 7);

8)      I Telai degli infissi esterni in lamiera sono ossidati (foto 8).

Certo non è quello che chi visita il cortile di una scuola si aspetterebbe di  trovare;

E continuando si potrebbe ancora rilevare che per un breve periodo nel corso dell’anno scolastico precedente, l’ingresso principale della  Scuola non è stato agibile a causa della caduta di calcinacci; pertanto è stato disposto che l’entrata avvenisse dall’ ingresso lato Pa (vedi foto 9); il pavimento in quella zona ha una forte pendenza al contrario, verso la porta,  a causa di un cedimento della solettina mai riparato.

Genitori riportano di acrobazie olimpiche con i propri figli in braccio per evitare di entrare in una pozzanghera profonda 4-5 cm e dal diametro di un paio di metri,  nel tentativo di raggiungere la porta d’ingresso senza inzupparsi.

Premesso, considerato, ritenuto e rilevato quanto sopra, essendo consapevole che i tre mesi estivi hanno potuto aggravare una condizione che comunque non era nemmeno lontanamente rispondente a criteri di pulizia, sicurezza ed estetica, e che quelle riportate nel presente atto sono solo le doglianza esterne di un complesso che anche all’interno avrà i suoi problemi,

Si interroga il Sig Sindaco per sapere se

non ritiene essenziale ed improcrastinabile procedere con un’azione immediata e prima dell’inizio dell’anno scolastico 2012/2013 per garantire ai nostri concittadini quel necessario livello di sicurezza a garanzia dell’incolumità dei propri figli frequentanti l’Istituto Scolastico di Furriolo, nell’attesa di un intervento complessivo che lo riporti  agli onori di un tempo ridandogli il lustro che merita;

valutare le condizioni degli interni per sottoporli, eventualmente, allo stesso immediato intervento;

esiste un progetto di riqualificazione dell’Istituto Scolastico in questione presso gli uffici comunali;

esiste presso gli uffici comunali una ricognizione della situazione strutturale aggiornata degli Edifici Scolastici, ed un consequenziale programma di interventi;

Si richiede risposta scritta ed iscrizione all’ODG del prossimo Consiglio comunale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close