depuratore milazzo_pp

DEPURATORE, AVVIATO L’ITER PER IL NUOVO PROGETTO DA 8 MILIONI DI EURO


Con deliberazione n. 60 del 30.04.2012, pubblicata in data 11.07.2012 sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il CIPE ha deliberato la copertura finanziaria per una serie di interventi prioritari e urgenti che attengono al settore del collettamento e depurazione delle acque, fra cui il 2° stralcio di completamento dell’impianto di depurazione comunale di c.da Fossazzo per un importo complessivo di 8 milioni di euro.

A Palermo, nei locali del Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, si è tenuta una apposita riunione operativa finalizzata a coordinare le attività propedeutiche per pervenire alla stipula dell’Accordo di Programma Quadro e quindi alla fase di attuazione degli interventi. All’incontro erano presenti i rappresentanti dell’ATO per la gestione del servizio idrico integrato della provincia di Messina oltre ai rappresentati dei Comuni interessati ai finanziamenti. Per il Comune di Milazzo era presente l’Assessore ai lavori pubblici, Ing. Santi Romagnolo ed il Responsabile comunale del servizio idrico integrato, Dott. Domenico Lombardo.

Dalla riunione è emerso che entro il 30 agosto p.v. la STO di Messina deve trasmettere al competente Dipartimento regionale, una scheda tecnica dettagliata con la tempistica definitiva che scandisca i tempi fino all’avvenuta esecuzione dell’intervento finanziato ed alla sua piena fruizione, in modo da rispettare la prima data sostanziale (30 giugno 2013) fissata dalla precitata delibera CIPE n. 60, entro la quale occorre avere assunto le “obbligazioni giuridicamente vincolanti”, ovvero avere già almeno approvato il verbale di aggiudicazione dei lavori alla ditta assuntrice.

Pertanto, in data 21 agosto p.v. nei locali della STO di Messina si è tenuta una apposita riunione per la sottoscrizione della suddetta scheda tecnica da parte del dirigente responsabile della STO, Santalco e l’Assessore Romagnolo. La descrizione sintetica dell’intervento finanziato riguarda: la realizzazione della seconda linea di trattamento: grigliatura, dissabiatura-disoleatura, flocculazione, 2° ossidazione, 2° sedimentazione secondaria, filtrazione finale, 2° digestore aerobico, trattamento bottini, locale servizi, impianto elettrico e di telecontrollo e opere di mitigazione ambientale.

Dopo la ricezione di queste schede, si passerà alla firma degli APQ (Accordo di Programma Quadro), fermo restando che il progetto definitivo dell’intervento, da redigere da professionisti interni all’ufficio tecnico comunale, dovrà avvenire entro il 30 settembre p.v. e che si prevede per un’ulteriore velocizzazione dei tempi di esperire un appalto integrato relativo sia alla progettazione esecutiva, sia per la realizzazione dell’intervento.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close