RIFIUTI ALLE EOLIE. INCONTRO TRA IL SINDACO PINO, AUTORITA’ PORTUALE, CAPITANERIA E GESTORI


Ha avuto luogo nella sala giunta del Comune  l’annunciata riunione convocata dal sindaco Carmelo Pino per affrontare la questione dello smaltimento dei rifiuti provenienti dalle Eolie che creano disagio a Milazzo. All’incontro sono intervenuti l’ing. Francesco Di Sarcina per l’Autorità portuale, il comandante della Capitaneria di porto, Fabrizio Coke e il rappresentante della ditta “Green Lipari”, Gaetano La Cava.

Il sindaco Pino ha rappresentato i problemi che si sono determinati soprattutto nelle ultime settimane a causa del passaggio dei mezzi contenenti i rifiuti provenienti dall’arcipelago in pieno giorno, nel centro cittadino. “Comprendo  – afferma Pino – le esigenze di dover operare lo smaltimento dei rifiuti e non ho mai detto che la nave non deve attraccare nel porto di Milazzo. Ritengo che sia sacrosanto pretendere però che l’approdo avvenga nelle prime ore del mattino, penso alle 5, alle 6, per evitare disagi di natura soprattutto olfattiva ai cittadini e a coloro che frequentano i numerosi ritrovi che si trovano nelle zone che sono attraversate dagli automezzi”. Il sindaco ha anche chiesto che l’attracco venga spostato da molo Marullo, nel cuore della città, alla banchina XX Luglio.

Il comandante Coke da parte sua ha precisato “che solitamente l’attracco di questa nave è previsto in due zone: molo Marullo e la Banchina XX Luglio e la diversa destinazione dipende dall’orario di arrivo che è soggetto a tante variabili. In linea di massima – ha detto Coke – se il natante arriva presto attracca sulla banchina Marullo, diversamente la spostiamo più fuori città. E’ chiaro però che possono esserci imprevisti legati anche alla presenza di altre navi che magari arrivano in ritardo o per avarie salpano oltre l’orario indicato. In questo mese di agosto effettivamente c’è stato qualche problema legato al ritardato arrivo della nave, ma il fastidio è stato di natura olfattiva in quanto abbiamo controllato non c’è stata perdita di percolato. Ci adopereremo comunque per far sì che il servizio avvenga limitando il più possibile l’impatto sulla città”.

Il rappresentante della società che gestisce il trasporto, La Cava ha ribadito che “tutte le corse sono pianificate e che sarebbe comunque opportuno prevedere nei nuovi interventi che si andranno a fare, un accosto nella zona di Acqueviole per evitare ai mezzi di attraversare la città”. L’ing. Di Sarcina nell’evidenziare che il problema diminuirà notevolmente nel periodo invernale, ha sottolineato che “col completamento dei lavori di banchinamento dell’area di Sottoflutto si potranno individuare nuove soluzioni di accosto e che comunque d’intesa con la Capitaneria si cercherà di operare i dovuti controlli per il rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie, ma anche degli orari di attracco”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close