film festival_pp

LA “PRIMA” DI PIRAINO B-MOVIE FILM CONVENTION


Prenderà il via questa sera alle 21:30 nel suggestivo panorama della Guardiola di Piraino, definita dal regista Corrado Farina sulle pagine di Nocturno (regista ospite, anno 2011): <<il più bel cinema all’aperto del mondo>>, la film Convention “Piraino B-Movie”.  Si tratta di un’iniziativa ormai sperimentata negli anni e sempre confermata grazie al suo ottimo riscontro di pubblico e critica. L’incontro cinematografico è organizzato dall’associazione “Maladolescenza” e patrocinato dall’Amministrazione Comunle di Piraino che ha creduto fortemente nelle potenzialità di questo evento e dalla Provincia Regionale di Messina. La rassegna cinematografica prevede oltre la visione dei cosiddetti film appartenenti al genere di “serie B”, anche l’incontro ed il dibattito con i registi ed altre personalità cinematografiche di rilievo.

Alle consuete proiezioni alla guardiola, che si svolgeranno nei giorni 1 e 4 Agosto si affiancheranno due proiezioni, nei giorni 2 e 3 Agosto, all’Alter Cinema di Piraino. Gli ospiti previsti per l’edizione 2012 sono, in ordine: Corrado Farina, i Manetti Bros., Ruggero Deodato e Sergio Martino. Saranno proiettati rispettivamente i film: Baba Yaga, Paura, Ultimo Mondo Cannibale, Lo Strano Vizio della Signora Wardh.

Tutte le opere presentate attingono al vasto repertorio del B-Movie italiano, che potremmo definire sinteticamente come il cinema di genere a basso costo che proprio in Italia ha dato vita ad un vero e proprio culto. Nonostante la produzione di B-Movie si sia concentrata negli anni ‘60-‘70 e ’80 la rilevanza culturale di questo cinema non si è mai estinta e vive anzi, oggi, un ulteriore incremento nell’ambito del postmodernismo che in cinematografia si esprime soprattutto attraverso la citazione e la rielaborazione di opere passate in chiave moderna. Assistiamo in questi anni ad un vero e proprio “saccheggio” del nostro cinema di genere da parte dei più affermati autori internazionali. Lo scopo di questa iniziativa non è dunque la semplice visione del film. Il pubblico entra a contatto con un cinema che, in passato, venne ignorato dalla critica ma che oggi dialoga con il migliore cinema contemporaneo e che anzi ne è, in molti casi, la spinta propulsiva. Grazie al dibattito tutti hanno l’occasione di approfondire con l’autore ogni aspetto del film (dalla tecnica ai suoi risvolti sociali), ma anche di indagare più da vicino il cinema del passato e la fitta rete di connessioni tra quest’ultimo ed i film che vediamo oggi. Altro scopo da non sottovalutare è quello di valorizzare il territorio attraverso iniziative che possono considerarsi d’intrattenimento ma contemporaneamente di altissimo spessore culturale e che possono catturare l’attenzione di un pubblico da tutto il territorio nazionale.

La manifestazione, in cui anche quest’anno la nuova Amministrazione Comunale ha fortemente creduto, sostenendo il lavoro e la passione del giovane Vincenzo Campisi, organizzatore dell’evento, e di tutta la sua squadra,  si rivolge ad un vasto numero di persone. Oltre a rappresentare un intrattenimento per tutti gli amanti del genere, acquisisce un ulteriore valore per tutti coloro che si interessano anche alla sua storia in quanto esordienti/futuri tecnici, studenti, cineamatori o semplicemente appassionati di cinema.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close