minoranzarocca_pp

LA MINORANZA ATTACCA IL SINDACO: “INEFFICIENTE”


“L’amministrazione del Sindaco Bernadette Grasso – secondo i consiglieri di minoranza- continua a dare prova di inefficienza”. Il rendiconto consuntivo a quasi 90giorni dalla scadenza non è stato messo a disposizione dei consiglieri comunali e non risulta essere stato convocato il consiglio. A causa di queste mancanze, l’ufficio Ispettivo dell’assessorato delle autonomie locali -come prevede la legge-, è stato costretto a nominare il dr. Messina Carmelo quale Commissario ad acta, al fine di adottare tutti i provvedimenti necessari all’approvazione del consuntivo stesso “a spese del comune”. Ma considerato che il rendiconto deve essere depositato 20giorni prima della seduta, secondo i consiglieri, nella migliore delle ipotesi si arriverà a fissare la seduta verso la fine del mese di agosto, periodo nel quale andrà a scadenza anche l’approvazione del bilancio preventivo 2012. L’eventuale coincidenza di questi due atti importantissimi creerà un ingorgo di impegni istituzionali che renderà difficile e gravoso il controllo approfondito da parte del consiglio comunale sugli atti stessi. La motivazione della mancata redazione ed approvazione del rendiconto sarebbe da ricercare nella perdita di dati informatici dell’ufficio ragioneria, una “prova di disorganizzazione inaccettabile e pericolosa”.

Critiche da parte dell’opposizione, su questo modo di procedere dove “saranno sempre i cittadini a farne le spese” che potrete leggere nel testo integrale riportato di seguito:

“L’amministrazione del Sindaco Bernardette Grasso continua a dare prova di inefficienza. In data 25.07.2012 è stato comunicato che il comune di Capri Leone è stato oggetto di un intervento sostitutivo da parte dell’Ufficio Ispettivo dell’assessorato delle autonomie locali, ai sensi dell’art. 24 della legge regionale n° 4/1991 in quanto ha omesso di approvare il Rendiconto consuntivo nei termini di legge (31.04.2012).

Infatti: A tutt’oggi (a quasi 90 giorni dalla scadenza) il suddetto rendiconto non è stato messo a disposizione dei consiglieri comunali, nè risulta essere stato convocato il consiglio;

In presenza di tali gravi inadempimenti, l’ufficio Ispettivo dell’assessorato delle autonomie locali, come prevede la legge, è stato costretto a nominare il dr. Messina Carmelo quale Commissario ad acta (pagato a spese del comune) al fine di adottare tutti i provvedimenti necessari all’approvazione del consuntivo stesso.

Fra l’altro, considerato che il rendiconto deve essere depositato per un periodo minimo di 20 giorni prima della seduta, nella migliore delle ipotesi si arriverà a fissare la seduta verso la fine di Agosto, periodo nel quale andrà a scadenza anche l’approvazione del bilancio preventivo 2012.

L’eventuale coincidenza di questi due atti importantissimi creerà un ingorgo di impegni istituzionali che renderà difficile e gravoso il controllo approfondito da parte del consiglio comunale sugli atti stessi.

A quanto è dato sapere in via informale il motivo della mancata redazione ed approvazione del rendiconto sarebbe da ricercare nella perdita dei dati infornatici da parte dell’ufficio ragioneria.

Se ciò fosse vero, a parere dei consiglieri di minoranza, tale motivazione, lungi dall’essere una scusante, sarebbe la prova di una disorganizzazione inaccettabile e pericolosa.

Non si capisce infatti come sia possibile che un ufficio delicato come l’ufficio ragioneria non fosse fornitodi un efficiente sistema per creare in automatico una copia di riserva (backup), di semplice predisposizione e di poco costo e che ormai è di comunissimo uso in tutti gli uffici, anche privati.

Inoltre, in base ad un principio di esperienza quotidiana, sappiamo bene che la ricostruzione manuale ex novo degli archivi, a partire dal cartaceo, oltre ad avere un costo in termini di tempo e di lavoro, è un’operazione che ha un alto rischio di inaffidabilità per i probabili buchi ed omissioni in quanto molti dati sono ormai trasmessi e recepiti solo in forma digitale;

Speriamo bene.

I sottoscritti consiglieri, riservandosi ogni valutazione nel merito del rendiconto, quando verrà

predisposto e depositato, criticano con forza questo modo di procedere rilevando che saranno sempre i cittadini a farne le spese, sia in termini di inefficienza sia in termini di soldi, in quanto le indennità e le spese del commissario, come si sa, sono a totale carico del comune;

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close