colonia_pp

COLONIA E SOLIDARIETA’ – BAMBINI DI GIAMPILIERI OSPITI A BROLO


Sharon, Francesca, Andrea, sono questi alcuni dei nomi dei bambini “ospiti” quest’anno della colonia brolese. Una formula collaudata e rinnovata quella della colonia comunale, bambini provenienti da situazioni di disagio sono stati affiancati ai residenti brolesi. Quasi duecento bambini tra i quattro ed i 13 anni, 8 educatori, 17 assistenti, piscina, giochi, animazione per trenta giorni, sono questi i numeri del progetto ludico ed educativo. Read More

“Una scelta quella dell’amministrazione comunale – afferma Carmelo Gentile, il vicesindaco e con delega alla Pubblica Istruzione –  che vuole agevolare le famiglie che lavorano, strutturata in modo di occupare quasi l’intera giornata i ragazzini “, ed anche quest’anno è un successo fatto di professionalità ed entusiasmo.

La novità è stata, quasi un valore aggiunto, formativo ed educativo, l’inserimento per qualche giorno in questo contesto dei ragazzini che provenivano da Giampilieri, zona ionica del messinese disastrata dall’alluvione di qualche tempo fa. I ragazzi  su iniziativa dell’amministrazione comunale sotto l’egida di Tina Fioravanti l’assessore ai servizi sociali e grazie alla collaborazione dell’AMMI di Capo d’Orlando e la disponibilità delle strutture alberghiere locali che hanno ospitato i bambini e genitori (il Costa Azzurra ed il Gattopardo) infatti hanno avuto l’opportunità di fare qualche giorno di vacanza sfruttando tutti i servizi di animazione degli alberghi, andare in piscina, prendere la tintarella e scoprire la magia del Castello.

“Certamente dice Linda Liotta responsabile dell’Ammi – ci siamo resi conto di aver vissuto anche noi la settimana più bella dell’estate 2012”. “Certo non è una breve vacanza che risolverà i loro problemi – dice invece Tina Fioravanti l’assessore comunale brolese che ha seguito il progetto –  ma certamente quest’esperienza li avrà allontananti da un quotidiano ancora zeppo di problematiche. Una piccola parentesi che dà insegnamenti a tutti – e continuando – i sogni possono realizzarsi solo se si esprimono e si condividono con le persone giuste, questo è stato un bel momento di condivisione nei valori della solidarietà, dell’amicizia e della partecipazione, ed il mio grazie va a tutti quelli che hanno contribuito a regalare un pizzico di serenità a questi ragazzi ed alle loro famiglie e ovviamente a Marinella Ricciardello ed Elvira Scarpaci  che hanno messo gratuitamente a disposizione le loro strutture alberghiere”. L’esperienza si ripeterà a settembre con alcune famiglie dell’Emilia, regione recentemente colpita dal terremoto.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close