DSC02632

INAUGURAZIONE DEL NUOVO ANTIQUARIUM


Chi eravamo, chi siamo, chi possiamo essere: queste le parole che hanno fatto da eco alla giornata di inaugurazione della sezione dell’Anquiquarium che va ad arricchire il museo della ceramica sito a Palazzo Trabia.


In esso verranno conservati alcuni dei ritrovamenti fatti negli ultimi anni nei dintorni di Monte Trefinaidi, nelle contrade Arìa, Marina e Vocante: pezzi archeologici di grandissima importanza collegabili al periodo greco e romano. La loro è una storia straordinaria. Portati alla luce in seguito a scoperte realizzate non da esperti del settore ma da semplici amatori del passato, sono rimasti per molto tempo in secondo piano, non ricevendo la giusta considerazione e la giusta attenzione da chi di competenza.


E quest’ultimo è stato uno degli argomenti toccati durante la presentazione da parte del  Soprintendente ai beni culturali della provincia di Messina, Salvatore Scuto, il quale non ha mancato di ammettere come per troppo tempo i ritrovamenti registrati in questa zona siano rimasti ai margini della considerazione. In tutto questo tempo- afferma Scuto- in effetti l’attenzione è stata tutta concentrata sull’Halesa, ma le promesse sono che da ora in poi anche i beni archeologici di questo territorio, considerato quasi marginale fino ad ora, otterranno la giusta importanza.

Pezzi del passato che servono a riscoprire chi eravamo, che servono a fare la storia del paese, che possono finalmente mostrare quel volto, sconosciuto fino ad oggi, di questo territorio. Questo il sentimento condiviso da Sebastiano Boscia, conosciuto come l’Indiana Jones dei Nebrodi, edicolante di mestiere ma spinto da sempre da una grande passione per la storia locale. Il suo amore per la natura, le sue lunghe passeggiate per i boschi gli hanno consentito di donare al suo amato paese questi ritrovamenti, di sicuro il miglior patrimonio che un cittadino possa lasciare alla sua terra.

 

Frammenti di un passato lontano, che hanno riportato il paese delle ceramiche indietro nel tempo di circa 3.000 anni e che andranno a rappresentare il futuro dello stesso.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close