SABATO IN SCENA “UBU OPERA”

Sabato 21 luglio, alle 21,30, in Piazza Matteotti, si terrà la rappresentazione “Ubu Opera”, manifestazione conclusiva del primo corso di Teatro Sociale, realizzato sotto la regia di Roberto Salemi e con la scenografia di Riccardo Sivelli. Il “laboratorio Ubu” nasce da un’idea del responsabile alla Cultura Giacomo Miracola, ed è stato pensato come un mezzo per dare ascolto ai giovani, per valorizzarli nel loro processo di formazione ed offrire loro, un’opportunità per un futuro inserimento a livello sociale e occupazionale. Il laboratorio teatrale, infatti, ha avuto come obiettivo quello di fornire un primo approccio alle discipline artistiche che gravitano intorno alla realizzazione di uno spettacolo di teatro.

Protagonisti dello spettacolo i giovani che hanno aderito al progetto e che si sono messi in gioco con le loro capacità creative, sperimentando, così, nuovi modi di essere e nuove modalità comunicative e di confronto su importanti temi: l’individuo, la relazione, la collaborazione, la comunicazione, la collettività, il gruppo.

Il risultato è uno spettacolo corale, irriverente e impertinente, una mascherata clownesca, avvolgente dalla prima all’ultima battuta, che fa riferimento al mondo espressivo del grottesco. Attraverso i ventiquattro personaggi, interpretati dai ragazzi, in una fantasia surreale, prende vita sulla scena lo smisurato e l’improbabile, il pericoloso e il ridicolo, la verità e la menzogna che albergano nella trama di “Ubu” che colpisce la stupidità e la violenza delle convenzioni sociali.

“L’Amministrazione Sindoni – ha dichiarato Miracola – intende  provare a piantare nel tessuto culturale di Capo d’Orlando un piccolo seme nella speranza che attraverso il riconoscimento del suo valore formativo e della sua efficacia sociale, possa diventare una presenza costante negli anni, e trasformarsi da esperienza “una tantum” a centro di formazione artistica e teatrale stabile. Adattato ai nostri luoghi, l’evento non rappresenta soltanto un momento di allegria, ma anche un modo per ritrovarsi e riconoscersi come comunità, come parte integrante del nostro intero comprensorio nebroideo”.

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close