sindoni_pp

SINDONI RISARCITO PER INGIUSTA DETENZIONE. FRECCIATE A LEGAMBIENTE


Il Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni ha ricevuto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze un risarcimento per l’ingiusta detenzione alla quale venne sottoposto per ben 22 giorni nel 2001. Sindoni che ha ricevuto come
indennizzo € 11.835,00, era stato arrestato il 17 settembre 2001, con l’accusa inerente la sua attività professionale, per il coinvolgimento in una truffa ai danni della AGEA che vide coinvolte decine di persone tra cui alcuni componenti della Guardia di Finanza.

Dopo 22 giorni il Tribunale della Libertà revocò gli arresti di Sindoni, ma si dovette attendere fino al 18 novembre 2004 per ottenere la sentenza di non luogo a procedere nei confronti del Primo Cittadino che durante i suoi arresti venne sospeso dalle funzioni di Sindaco.

Fecero scalpore in quei giorni le reiterate richieste di immediata rimozione che i responsabili di Legambiente rivolsero a tutti gli organi istituzionali. “3750 giorni di attesa per avere la conferma che la giustizia arriva tardi ma arriva sempre. A coloro i quali – ha commentato il Sindaco di Capo d’Orlando – riempirono allora la loro bocca del veleno che hanno nell’animo non chiedo l’umiltà di scusarsi ma auguro di non trovarsi mai nella condizione di essere ingiustamente accusato perché loro, a differenza mia non avrebbero la forza morale di resistere e reagire. Il mio grazie va oggi ai giudici che hanno rimediato ad un clamoroso errore, ed a chi non mi fece mancare sostegno e solidarietà in quei difficili momenti”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close