Blues_locandina_2012_ pp

IN ARRIVO IL “CAPO D’ORLANDO BLUES FESTIVAL”

Tutto è ormai quasi pronto per la diciannovesima edizione del “Capo d’Orlando Blues Festival”, la rassegna internazionale di musica blues che ha superato la maggiore età ed è divenuta punto di riferimento per gli appassionati della musica d’oltreoceano. Organizzata dall’ Associazione Culturale “Cross Road Club” e sostenuta dal Comune di Capo d’Orlando, la manifestazione si svolgerà in quattro serate, dal 26 al 29 luglio, di cui le prime due in centro città con la sezione “On the road”, per trasferirsi nelle due serate conclusive nella storica location del Parco della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella.

Come da tradizione, anche il cartellone di questa 19^ edizione è ricco di appuntamenti di alto livello qualitativo:  sui palchi di Capo d’Orlando si esibiranno personaggi di primo piano della musica blues internazionale, a conferma della volontà di proporre, nonostante le innumerevoli difficoltà, un evento che catalizzi l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori.

La manifestazione, inaugurerà e andrà alla scoperta di nuovi spazi della città, inediti per il blues, come Piazza Duca degli Abruzzi, che verrà chiusa al traffico e diventerà un vero e proprio salotto musicale. Da qui, il 26 luglio, partirà la prima serata del festival, con i primi concerti e con la prima delle tante attività collaterali, la proiezione del documentario “Capo d’Orlando Blues: l’anima di un festival” del filmaker Orlandino, Davide Cuscunà. Il giorno dopo, la kermesse si trasferirà in Piazza Matteotti per offrire al pubblico siciliano la prima delle grandi sorprese previste per questa 19^ edizione, che, giusto per creare un pizzico di suspense, verrà svelata fra qualche giorno.

Confermata nel cartellone la presenza di alcuni artisti molto prestigiosi come il duo di chitarriste australiane Hussy Hicks, che si esibiranno il 28 luglio a Villa Piccolo. Il gruppo è composto da Julz Parker, riconosciuta unanimemente come la miglior chitarrista australiana, con un approccio molto “elettrico” alla chitarra acustica, e Leesa Gentz che dà il suo apporto al sodalizio con la splendida voce e la capacità di suscitare profonde emozioni, pur suonando ottimamente la chitarra. La loro musica spazia dal gypsy-funk e folk-country al blues tradizionale, con armonie e ritmi intensi, producendo uno spettacolo di grande energia e di suono molto potente. Altra presenza prestigiosa, quella degli americani della Georgia, i Delta Moon, che saliranno sul palco di Villa Piccolo il 29 luglio. Delta Moon è una band di southern swamp blues-rock formata da Tom Gray e Mark Johnson, due chitarristi di Atlanta che hanno formato la bandbasata su una doppia slide guitar. Il suono polveroso dei Delta Moon rievoca paesaggi caldi, tipici del deserto americano, di cui moltissimi musicisti americani hanno subito il fascino. Altra presenza di spicco, nel cartellone del Festival Blues, quella dello straordinario armonicista americano Andy J. Forest , che sarà a Villa Piccolo il 28 luglio. Il suo stile armonicistico è unico, deciso, veloce ma non logorroico, mai noioso e sempre alla continua ricerca di se, facendo di ogni suo lavoro discografico un’opera unica. Nel suo sound più maturo si possono assaporare sfumature importanti di Zydeco con un underground legato al blues più arcaico e, nello stesso tempo, ballate più melodiche che non escludono interessanti orizzonti innovativi.

Confermato, inoltre, nella 19^ edizione del Festival Blues, l’accoppiamento vincente della musica con l’enogastronomia d’eccellenza, grazie alla presenza delle più prestigiose case vinicole della nostra provincia che presenteranno i loro prodotti. Musica, prodotti tipici, ospitalità, sole e mare: Capo d’Orlando è pronta ad indossare l’abito migliore per accogliere il grande pubblico del Festival e dare ancora… lunga vita al Blues!

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close