mancuso_pp

“IL CAMPO SPORTIVO ENTRO LE PRIME SETTIMANE DI OTTOBRE”


Il campo sportivo di Rocca di Capri Leone verrà consegnato nelle prime settimane del prossimo mese di Ottobre. Ad annunciarlo è l’assessore allo sport e turismo Calogero Mancuso in una risposta dettagliata all’interrogazione presentata qualche giorno fa dalla minoranza consiliare. Ma il giovane assessore del comune di Capri Leone spiega anche che il ritardo ed il blocco dei lavori non è imputabile all’Amministrazione Comunale ma ad una serie di problematiche, sia economiche che tecniche, sorte durante la realizzazione dell’importante struttura.

Di seguito il documento integrale diffuso quest’oggi dall’assessore Calogero Mancuso:

OGGETTO: INTERROGAZIONE SULLO STATO DEI LAVORI DEL CAMPO SPORTIVO DI ROCCA DEL 26.06.2012 PROT. N. 6512. RISCONTRO.

Facendo riferimento all’interrogazione dei consiglieri, riprendo quanto in essa contenuto, fornendo notizie aggiornate in merito al progetto di Ristrutturazione e completamento dello stadio comunale fraz. Rocca, secondo quanto relazionatomi per iscritto dal RUP.
Premesso che:

  • in data 28.12.2009 il Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Sicilia – Calabria comunicava che con delibera CIPE del 06.11.2009 il progetto suddetto era stato ammesso a finanziamento;
  • in data 18.01.2010 il Provveditore trasmetteva la convenzione regolante i rapporti tra il Provveditorato ed il Comune;
  • in data 01.02.2010 il Provveditorato inviava parere del C.T.A. con delle prescrizioni che questo Ente doveva esitare, comunicando nella stessa che si poteva procedere all’indizione della gara di appalto;
  • in data 03.03.2010 il Comune trasmetteva al Provveditorato bando e disciplinare di gara per la sua approvazione e successiva indizione della gara d’appalto;
  • in data 19.03.2010 il Provveditorato comunicava la correttezza del bando di gara indicando il funzionario dipendente dello stesso Provveditorato da inserire nella commissione di gara;
  • in data 07.04.2010 il Provveditorato trasmetteva nota nella quale informava che l’ente aveva ottemperato alle prescrizioni del parere del C.T.A. e richiedendo nella medesima, prima della pubblicazione del bando di gara, il visto di
    autorizzazione ai lavori del Genio Civile di Messina;
  • in data 28.06.2010 l’Ente inviava nulla osta del Genio Civile;
  • con Determina del Responsabile dell’Area Tecnica del 28.09.2010 veniva approvato il bando e disciplinare di gara per l’espletamento della gara di appalto;
  • con Determina del Responsabile dell’Area Tecnica n. 69 del 10.03.2011 veniva approvato in via provvisoria il verbale di gara dove risultava aggiudicatario l’impresa ALS geom. Alfio La  Spina di Milo (CT);
  • con nota del 24.02.2011 il Provveditorato chiedeva di avviare le procedure di aggiudicazione e pubblicazione esito di gara;
  • in data 31.03.2011 il Provveditorato autorizzava l’Ente ad avviare le procedure di aggiudicazione definitiva e stipula del contratto con la ditta aggiudicataria;
  • con Determina del Responsabile dell’Area Tecnica n. 107 del 15.04.2011 veniva effettuata in via definitiva l’approvazione dei verbali di gara ed affidamento all’impresa;
  • in data 06.06.2011 si stipulava regolare contratto con la ditta aggiudicataria dell’appalto regolarmente registrato  a  Sant’Agata Militello (ME)  in data  13.06.2011;
  • in data 27.06.2011 si procedeva alla consegna dei lavori alla ditta aggiudicataria;
  • con note di questo Ente del 19.10.2011 e 09.11.2011 si trasmettevano al Provveditorato il I° e II° SAL ( Stato avanzamento del Lavori ) per la relativa liquidazione;
  • con nota del 18.11.2011 il Provveditorato comunicava la nomina di un loro funzionario addetto allo svolgimento dell’attività di alta sorveglianza inerente gli Stati di avanzamento dei lavori;
  • in data 12.12.2011 il Provveditorato porta a conoscenza questo Ente che il Decreto n. 27676 del 27.10.2011 inerente l’impegno spesa per i lavori suddetti era stato restituito dalla competente Ragioneria Territoriale dello Stato senza l’assunzione dell’impegno, in quanto non  risultava la disponibilità dei fondi sul relativo capitolo di spesa e che i relativi impegni e pagamenti dei SAL sarebbero stati effettuati non appena il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avrebbe reso disponibile le somme.

Alla luce di quanto in premessa, sia per mancanza di fondi, con successiva impossibilità economica dell’impresa realizzatrice di anticipare le somme per la conclusione dei lavori, che per la sopravvenuta modifica normativa sulla realizzazione dei campi di calcio, con notifica del provvedimento di revoca del parere positivo della Lega Nazionale Dilettanti (LND), trasmesso in data 15.09.2011, si sono dovuti sospendere i lavori con Verbale del 03.11.2011.

La nota di revoca del parere della LND, richiedeva all’Ente, al fine di ottenere l’omologazione per le attività sportive del campo da calcio, di aggiornare il progetto al Nuovo Regolamento, apportando delle modifiche sia alla stratigrafia del sottofondo che al sistema manto erboso; per il sottofondo indicava di stabilizzare il terreno con agente chimico mentre per il manto erboso si indicava l’utilizzo di un manto Attestato dal Regolamento 2011 (LND).

In conseguenza del parere di revoca suddetto, dal quale si evince che le modifiche normative sono subentrate successivamente all’appalto dei lavori, si è reso necessario, per determinare la stratigrafia del sottofondo, effettuare come indicato dal Regolamento e dai funzionari della LND, una serie di analisi e prove geotecniche di laboratorio sui campioni prelevati in situ, che ha implicato uno studio di circa 4 mesi. Dai risultati ottenuti dal laboratorio, si è reso indispensabile per il superamento delle problematiche suddette, ossia stabilizzazione del sottofondo ed utilizzo di un nuovo manto erboso, redigere una perizia di variante, che la D.L. trasmetterà in questi giorni.

Per la risoluzione della problematica economica, questa Amministrazione ha più volte sollecitato il Ministero per il relativo impegno spesa dei lavori, necessario per la loro ultimazione; impegno spesa che è stato notificato a questo Ente con nota del Provveditorato del 05.04.2012. Notificato il decreto di impegno spesa, l’Ente si è prodigato per l’effettuazione dei pagamenti dei SAL all’impresa, pagamenti che il Provveditorato eseguirà tra la fine di giugno ed inizio luglio.

Di conseguenza, essendo superate le condizioni che hanno comportato la sospensione dei lavori, si procederà nel più breve tempo alla ripresa degli stessi, presupponendo la loro ultimazione nelle prime settimane di ottobre.

Da quanto sopra che nessuna responsabilità per il ritardo verificatosi nel completamento dei lavori può essere addebitato all’amministrazione che si sta adoperando poiché il campo sportivo possa essere consegnato alla collettività nel più breve tempo possibile.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close