ficarra_piazza_pp

LE INIZIATIVE DEL COMUNE PER ALLEVIARE GLI EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA


Il sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, insieme all’amministrazione comunale, vara un piano composto da nove provvedimenti per alleviare il peso della crisi economica sulle famiglie di Ficarra.

Il progetto prevede innanzitutto la creazione di un fondo di solidarietà per l’emergenza economica che verrà gestito direttamente dal comune e servirà per dare sostegno alle famiglie più disagiate e alle fasce più deboli. Molti si chiedono da dove provengono i fondi per riempire questo conto anti crisi. Ebbene i risparmi che serviranno per il primo punto del “Piano Locale Anticrisi” non sono altro che il risultato dei tagli dei rimborsi al sindaco, alla giunta e ai consiglieri comunali, a cui gli amministratori di Ficarra avevano rinunciato qualche tempo fa.

Nel bilancio di previsione sarà presente un apposito capitolo, che ammonta a 20.000 euro, soldi che, com’è stato già accennato provengono dalla rinuncia ai rimborsi degli amministratori. Il sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, ha già pensato anche ad altre iniziative, come quella di decurtare del 50% la somma dagli incarichi esterni, o ancora di spostare nel fondo solidale il “5 per mille” al comune di Ficarra e di servirsi anche di donazioni di aziende ed imprenditori che hanno assicurato al sindaco il loro sostegno all’iniziativa.

Verrà costituito anche un “fondo rotativo per la concessione di prestiti senza interessi”, una sorta di “conto comunale” per le famiglie che devono far fronte a difficoltà impreviste e potranno così ricevenre un prestito senza alcun tasso di interesse.  Nel “Piano Locale Anticrisi” è previsto anche l’abbattimento della nuova Imposta Imu per 5 anni per chi ristrutturerà le abitazioni del centro storico e sconti sulla Tosap per chi ha intenzione di avviare nuove attività.

Infine, l’amministrazione intende anche sostenere le imprese dl comune nell’approccio col credito bancario e cercherà terreni, ad uso gratuito, da mettere a disposizione di nascenti cooperative agricole. Il prezzo da pagare sarà un piccolo baratto. Ovvero ai proprietari dei terreni dovrà essere garantita una piccola quantità dei prodotti che la terra ficarrese regalerà.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close