Panorama da Gioiosa Guardia_pp

GIOIOSA MAREA: “RADICI” PER SALVARE GIOIOSA GUARDIA


C’è fermento a Gioiosa Marea, dove dopo il neo nato movimento politico “Sarà Gioiosa”, si susseguono le associazioni e le organizzazioni che mirano a dare il proprio contributo per migliorare la qualità della vita gioiosana. È stato appena costituito, infatti, un nuovo movimento dal nome “Radici”, che ha come fine la valorizzazione e la riqualificazione dello storico sito di Gioiosa Guardia, la “città vecchia” che sorge sulla cima del monte “Meliuso”.

Il movimento è composto da professionisti e appassionati del territorio gioiosano, che manifestando la volontà di riunire le antiche radici, separate dall’esodo (ovvero da quando la popolazione gioiosana anticamente residente sul monte Meliuso fu costretta a trasferirsi sulla costa), si pongono l’obiettivo di una collaborazione di studio e di ricerca atta alla valorizzazione del territorio.

I promotori del movimento sono: Vincenzo Amato, Fabio Badani, Monica Cappadona, Maria Ilenia Crifò Ceraolo, Ignazio Currò, Maria Rosa Di Nardo, Filippo Ferlazzo, Rosanna La Monica, Nino Lembo, Giuliana Scaffidi, Marco Mammana, Elisa Mollica, Marcello Mollica, Daniela Musarra e Filippo Puglia.
Le condizioni necessarie per entrarne a far parte sono l’entusiasmo, lo spirito collaborativo e di gruppo, insieme a tanta voglia di fare. Uno dei progetti correlati  alla valorizzazione di Gioiosa Guardia, riguarda la rivalutazione delle aree limitrofe alla stessa; a questo progetto è stato dato il nome di “CIRCUITO DELLA GUARDIA”.
Questo movimento, quindi, oltre a porsi l’obiettivo di riqualificare il sito di Gioiosa Guardia, pone la propria attenzione anche su tutto il territorio circostante.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close