tiger_pp

TIGER BROLO. BENVENUTI IN ECCELLENZA. LE FOTO DA ADRANO


Novantacinque minuti che sembrano un’eternità, un sagace goal di Torre su punizione, il triplice fischio e la gioia esplosa dei tifosi gialloneri sugli spalti dello stadio “Dell’Etna” di Adrano che sigilla l’entrata trionfale della Tiger Brolo in Eccellenza. I gialloneri brolesi varcano la soglia della storia e approdano tra lacrime e sorrisi al tanto anelato obiettivo, che per la società di Nino Tripi e per l’intera famiglia Cipriano rappresenta molto più di un semplice risultato sportivo.

L’eccellenza per la Tiger Brolo ha il sapore del riscatto, ha il volto di un uomo, quello di Antonio Cipriano, per tutti semplicemente il “Capitano”, il primo a credere e investire fatica e speranze nel sogno giallonero, il primo a scommettere sul suo “gioioello”, a seguire passo dopo passo questa fiorente realtà calcistica, curandola e accudendola come si fa con le cose preziose. Una vittoria sicuramente dedicata alla memoria del “Capitano”, la cui presenza ha vissuto sempre in questi anni nei cuori di giocatori e tifosi  e che finalmente trova il degno coronamento nella categoria meritata.

Notevole il numero dei supporter presenti sugli spalti dello stadio “Dell’Etna” di Adrano, quasi mille, infatti, i “tigrotti” giunti nella cittadina catanese per assistere al trionfo della compagine brolese e che per 95 minuti sono stati il cuore e la voce della squadra di mister Gaetano Accetta. Quest’ultimo, arrivato a Brolo nel girone di ritorno, ha degnamente sostituito il dimissionario Pippo Perdicucci, regalando un piglio deciso, aggressivo e convinto alla sua squadra.

Un gioco definito, tattico e una grinta esuberante si sono rivelati nella magistrale punizione di Torre al 41’ che ha segnato il destino della Tiger Brolo. A nulla infatti è valsa la reazione della Pro Favara che al 76’ ha fallito un calcio di rigore realizzato da Zambito.

Una singolare congiunzione del destino ha infatti fatto rincontrare Tiger e Pro Favara, quest’ultima colpevole dell’esclusione dei brolesi dalla Coppa Italia e “punita” dalla Tiger di Gaetano Accetta in una finale al cardiopalma in cui la posta in gioco era il salto in Eccellenza. La Tiger, dunque, segna la storia di Brolo in una calda domenica di Maggio in cui c’è poco spazio per i tecnicismi e le parole da gergo sportivo, ciò che conta, oggi, sono solo le emozioni per un sogno raggiunto e il ricordo incessante del “Capitano”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close