librizziani_pp1

TARTARUGHINO: LA MINORANZA CHIEDE CHIARIMENTI E PROPONE SOLUZIONI


L’opposizione consiliare si inserisce nel dibattito politico innescato dalle dichiarazione e richieste del direttore sportivo della Esperia Handball, Francesco Lenzo, con un atto ufficiale. E’ stata infatti presentta questa mattina una interrogazione al primo cittadino dai consiglieri Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro sulla delicata vicenda riguardante il “Tartarughino”. Ad oggi non nemmeno cominciati i lavori dell’opera che doveva essere inaugurata, secondo Enzo Sindoni, a gennaio 2012. I consiglieri eletti nelle liste “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando” propongono inoltre delle soluzione alla chiusura della querelle.

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione con gli allegati presentati.

Oggetto: interrogazione su nuovo impianto sportivo in tenso-struttura (c/da Pissi)

I sottoscritti Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto e Gaetano Gemmellaro, Consiglieri comunali dei Gruppi “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando“, premesso che:
– in data 21/10/2011 il C.C. di Capo d’Orlando ha deliberato la sottoscrizione di una fideiussione in favore dell’Associazione “Il Tartarughino” finalizzata all’erogazione di un mutuo da parte del Credito Sportivo, per la realizzazione di un impianto sportivo in località Pissi (costo del progetto: € 541.827,51);
– alla data odierna gli scriventi non sono a conoscenza dello stato del procedimento, con particolare riferimento alla concessione del suddetto mutuo;

considerato che:
– il progetto predisposto nasce come “realizzazione di una struttura polifunzionale per attività di esercizio a livello amatoriale” e che, conseguentemente, in base alle norme CONI per l’impiantistica sportiva, sarebbe inutilizzabile come “impianto sportivo agonistico”, essendo, per quest’ultimo, previste prescrizioni e caratteristiche molto più rigide (foto di seguito);

– come risulta dal “Vademecum” ufficiale della FIGH (Federazione Italiana Gioco Handball), al paragrafo “condizioni per l’omologabilità punto b”; l’opera in oggetto – essendo una tenso-struttura – potrebbe essere utilizzabile per disputare campionati agonistici fino alla Serie A2 maschile, escludendo, pertanto, campionati agonistici di serie superiore (come, ad esempio, Serie A d’Elitè e Serie A1 Maschile);
– come dichiarato dal Sindaco in più occasioni, l’opera in oggetto nasce principalmente a beneficio della squadra A.C.R.S.D. Esperia Orlandina (che disputa – attualmente – il campionato di Serie A2 Maschile);

ritenuto che:
– sostenendo un investimento di gran lunga inferiore rispetto a quello previsto per la tenso-struttura di Pissi (pari a € 541.827,51), l’amministrazione comunale potrebbe adeguare (vedasi ipotesi progettuale di seguito) un impianto esistente (Pala-Valenti), rendendolo così omologabile per disputare i campionati che, alla luce di quanto sopra riportato (prescrizioni CONI e FIGH) non potrebbero essere in ogni caso disputati nella nuova opera progettata, risolvendo, così, in maniera definitiva ed efficace il problema;

– sostenendo, invece, un investimento stimato tra € 10.000 e € 15.000, l’amministrazione comunale potrebbe adeguare un altro impianto esistente (Pala-Fantozzi), rendendolo così omologabile per disputare i campionati che, alla luce di quanto sopra riportato (prescrizioni CONI e FIGH) non potrebbero essere in ogni caso disputati nella nuova opera progettata;

quanto sopra premesso e ritenuto, interrogano per conoscere e /o sapere:
– il motivo per il quale l’amministrazione comunale, anziché procedere all’adeguamento degli impianti esistenti, giungendo ad una soluzione più rapida economica ed efficace del problema (e consentendo inoltre alla A.C.R.S.D. Esperia Orlandina, di disputare il campionato di Serie A2 Maschile già da questa stagione a Capo d’Orlando, senza dover emigrare a Patti con aggravio di costi di trasferta e affitto dell’impianto), preferisce ostinarsi a sostenere la realizzazione di una tenso-struttura del tutto inutile e costosa di cui, in ogni caso, il Comune, con emissione di specifica fideiussione, si è fatto garante in caso di inadempienza da parte della succitata Associazione).

Chiedono la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close