INCIDENTE A/20: ORDINANZA DEL SINDACO

120 giorni. Questo l’ultimatum del Sindaco Enzo Sindoni intimato al Consorzio Autostrade Siciliane per rendere a norma di legge e di codece della stratta, il tratto di A20 ricadente nel comune di Capo d’Orlando. Di seguito il comunicato stampa integrale diffuso:

“Dopo l’ennesimo incidente mortale verificatosi sull’A20, il Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni ha emanato un’ordinanza che nelle prossime ore verrà notificata al legale rappresentante del Consorzio Autostrade Siciliane. Nel provvedimento Sindoni intima al CAS di procedere entro il termine massimo di 120 giorni, all’adeguamento quanto previsto dal codice della strada e dalla normativa vigente in termini di sicurezza. L’ordinanza, emessa dal Sindaco in qualità di ufficiale di Governo a tutela della pubblica incolumità, dispone che nel tratto dell’A20 ricadente nel territorio di Capo d’Orlando, vengano rimosse tutte le condizioni di insicurezza e pericolo esistenti, e purtroppo relative all’intero percorso della Messina-Palermo, sia per quanto riguarda le protezioni laterali, che il manto stradale, la raccolte acque, i sistemi di segnalazione ed allarme,la segnaletica orizzontale e verticale.
”Il sangue innocente ancora versato, oltre lo sgomento ed il cordoglio, deve determinare la fine delle promesse vane, dei differimenti, delle attese. Anche la scorsa settimana su impulso di Teodoro Lamonica, il comitato che coordina la protesta per le condizioni dell’A20 si è riunito ma ha solo potuto constatare che al là di qualche passo burocratico, la situazione di grave pericolo perdura. Quelle di oggi sono pertanto morti annunciate. La mia ordinanza è il disperato tentativo di dare concretezza al bisogno di sicurezza ed invito tutti i colleghi nel cui ambito territoriale ricadono tratti autostradali a fare rapidamente altrettanto”.
Sulla tragedia odierna Sindoni ha infine aggiunto: “Un incidente la cui dinamica non appare straordinaria, è diventato dramma sol perché, le barriere laterali hanno incredibilmente ceduto. Che le stesse non siano a norma e che da lustri siano scomparse dalle autostrade del centro-nord, è noto a tutti. Così come è noto a tutti che l’asfalto nel tratto Falcone-Caronia non risponde né ai criteri previsti dal codice della strada, né ai minimi requisiti di sicurezza. Noi siciliani non siamo figli di un dio minore e da parte mia farò di tutto perchè questa vergogna abbia fine, con la realizzazione di interventi già messi in atto sull’intera rete autostradale italiana”.
L’ordinanza verrà recapitata anche alla Procura della Repubblica di Patti competente a sanzionare eventuali responsabilità del CAS.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close