ricevuto_euro_pp

RICEVUTO RINUNCIA ALL’AUMENTO DI STIPENDIO… MA GLI ALTRI? SENZA VERGOGNA


Ormai non riusciamo a stupirci più di nulla. La gente, normale, non arriva ormai più nemmeno alla terza settimana, per i più fortunati, e la Regione emana normative per aumentare le indennità di funzione dei Presidenti, Assessori e Consiglieri Provinciali. Ma questa mattina, e forse questo un po’ ci ha sorpreso, il Presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto, ha annunciato di rinunciare al previsto aumento delle indennità e a lui si sono anche aggreati due assessori. Mario D’Agostino (ass. alla Cultura) e Renato Fichera (ass. al Lavoro).

Una cosa di certo non ci sorprende ma fa riflettere e soprattutto aumentare quella disaffezione alla politica che ormai sembra invadere tutti i settori. Su 13 Assessori Provinciali soltanto due hanno deciso, probabilmente colti da un senso di vergogna inevitabile, di rinunciare all’aumento ma gli altri? Ci riferiamo a MICHELE BISIGNANO, ROSARIO CATALFAMO, MARIA ROSARIA CUSUMANO, GIUSEPPE DI BARTOLO, GIUSEPPE MARTELLI, PASQUALE MONEA, MARIA PERRONE, ANTONINO TERRANOVA, CARMELO TORRE, SALVATORE SCHEMBRI E ROSARIO VENTIMIGLIA. Per non parlare di tutti i consiglieri eletti. Non abbiamo ricevuto comunicazioni in merito e come si sa, in questi casi, chi tace acconsente. Che sia un Ente inutile, la Provincia, ne abbiamo più volte avuto dimostrazione (vedi situazione strade orlandine soltanto per citarne una) come ormai è assodato che rimane un carrozzone utile soltanto a pagare stipendi che aumentano, caso strano, proprio quando tutta la Nazione gira in senso contrario.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close