little sicily_pp

“LITTLE SICILY”, EVENTO UNICO NEL SUO GENERE


E’ stata presentata questa mattina, martedì 24, alle ore 12,00 “Little Sicily” che possiamo definire il festival delle eccellenze Siciliane. Nomi quali Franco Battiato, Alfio Antico, Rita Botto, Luca Recupero, i Fratelli Napoli, Carmelo Chiaramonte , le tipicità del territorio siculo, l’artigianato famoso in tutto il mondo, non possono che dar lustro alla tre giorni organizzata nel comune Orlandino. Little Sicily (Piccola Sicilia), è questo il nome del grande evento  realizzato dalla felice intuizione dell’Ass. Rosario Milone con l’ausilio dei componenti dell’ufficio dell’assessorato e dell’amministrazione.

A presenziare al tavolo della conferenza il Sindaco Enzo Sindoni, l’Assessore Rosario Milone, il consulente alla cultura Giacomo Miracola, il sig. Mario Russo del circolo degli artisti , Il sig. Saro Gugliotta di SlowFood, la poliedrica Lucia Sardo.

A prender la parola il primo cittadino Enzo Sindoni che rimarca l’orgoglio di esser Siciliani e di esser stati menzionati dal Presidente del senato Schifani come esempio da seguire in italia. Non nasconde la sua gioia per la realizzazione dell’evento che segnala con un asterisco di qualità le positività della nostra Isola spesso catalogata in malo modo per colpa di poche ed ignobili persone. Nelle parole di Sindoni trova spazio anche l’ironia, quando dichiara che Little Sicily è la “tesi” con cui l’ass.Milone si prepara al conseguimento della sua “Laurea” come assessore alle attività turistiche.

Subito dopo il primo cittadino a esprimersi è l’assessore Milone che entra nel vivo del festival, preannunciando che saranno coinvolti sia i ristoratori per creare dei menù con prodotti autoctoni a prezzi vantaggiosi ma anche gli albergatori al fine sinergico di costruire un pacchetto turistico, senza precedenti a nostra memoria, al fine di invogliare in questo periodo di crisi a trascorrer un fine settimana nel mese di Maggio (quest’anno più che mai ricco di cultura e appuntamenti) a Capo d’Orlando. Saranno tre giorni di incontri, laboratori didattici, mostre , salotti culturali e rivalorizzazione di zone quali quella di Castello Bastione o del Cineteatro che saranno attivamente e costantemente coinvolte.

Lucia Sardo, artista teatrale e attrice cinematografica (ha interpretato la madre di Peppino Impastano nei Cento Passi ad esempio) inizia il suo discorso esprimendo la sua esperienza di vita in Emilia Romagna. L’artista siciliana, trasferitasi al nord, ha  comparato Capo d’Orlando a Rimini, accennando come la nostra costa presenta sicuramente una ricchezza non ancora sfruttata turisticamente, un’autentica miniera d’oro e che manifestazioni culturali come Little Sicily , che al Nord hanno cominciato ad organizzare alcuni decenni fa, portano dei benefici , e precisa che si tratta di benefici sani perché alimentano l’animo , la gioia di vivere, formano l’esperienza dei ragazzi  e non solo il divertimento di uno sporadico evento lasciato al caso, ribadisce come un’invettiva contro tutti quei politici che ancora non l’hanno compreso che la “Cultura fa mangiare, ma fa mangiare Sano.”

E’ personalmente entusiasta dello spirito che si è venuto a creare e comunica di esser affascinata  dalla serenità che evoca Capo d’Orlando e il suo territorio rimanendo addirittura perplessa di alcune abitudini che in gran parte del territorio italiano non possono tenersi. Si augura, soprattutto ,quindi che questa “Little Sicily” dia ai ragazzi l’opportunità di crescere.

A seguire gli interventi di Mario Russo del circolo degli artisti che esprime soddisfazione di come il “format” “TerraMatta” sia parte integrante del festival , nelle sue svariate forme artistiche; dagli incontri culturali ai laboratori didattici di
marranzano, tamburello e zampogna passando attraverso proiezioni,  pupari , marionette e performance live ad opera di: Franco Battiato, Alfio Antico, Rita Botto, Luca Recupero, Giancarlo Parisi, Carmelo Chiaramonte, Fratelli Napoli,
Manuel Giliberti, Giovanna Brogna Sonnino, I Lautari, I Percussonici ed altri artisti.

Russo spiega anche quale sarà l’impostazione dell’evento , esplicando che sarà presente un punto tavolo d’accoglienza in piazza Matteotti con animatori qualificati e che gli eventi saranno di mattina al Castello Bastione mentre nel pomeriggio si sposteranno in centro dalle scuole medie all’isola pedonale dove saranno presenti due palchi per le varie performance.

Infine Saro Gugliotta di Slowfood spiega di quanto il cibo sia importante per l’economia , della fortuna logistica di Capo d’Orlando e dei Nebrodi, esprimendo come i prodotti d’eccellenza saranno alla base della nuova forma di turismo sostenibile sulla quale si deve puntare nei prossimi anni. Indica allora le tre iniziative che sono state organizzate da Slowfood di concerto con l’assessorato turistico che si svilupperanno nel modo seguente: Vi saranno i “laboratori del gusto” a Castello Bastione che comprendono una serie di percorsi didattici,degustazioni ma anche i presidi slowfood. Il tunnel dei Sapori sulla via Piave in cui presenzieranno le varie eccellenze del cibo Siciliane. Ed Il teatro del gusto con Carmelo Chiaramonte in p.zza Matteotti che sarà una rappresentazione teatrale tramite il cibo del territorio della Valdemone.

Saranno tanti altri gli aspetti di folklore che caratterizzeranno la giornata, ma durante la lunga conferenza stampa è stata data una lettura generale dell’evento posticipando alle prossime settimane le altre particolarità.

Un evento unico nel suo genere, sicuramente di grande richiamo culturale, artistico,gastronomico, musicale e turistico. Consacra pienamente l’attività svolta fino ad oggi sotto questo aspetto dall’Ass.Milone, e ci auguriamo possa diventare un appuntamento caratterizzante della cittadina Orlandina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close