megafono15

LA TUA OPINIONE – REDDITI: MA NON ERANO I PALADINI DELLA LOTTA ALL’EVASIONE ?


Può capitare che un (apparentemente) innocuo adempimento burocratico previsto dalla legge possa scatenare il finimondo: indignazione, rabbia, delusione, malcontento; può capitare di sapere che i consiglieri comunali (certamente non tutti) e gli assessori comunali (forse, non tutti) evadono il fisco; come facciamo a dimostrarlo? Basta confrontare il loro tenore di vita, i possedimenti, le auto, le case con il reddito dichiarato e il gioco è fatto: ma non erano i paladini della lotta all’evasione, di recente convertita in lotta (anche) all’abusivismo edilizio? Ma non erano stati loro a dire che chi aveva votato per il nemico era un evasore? Ed ora, come la mettiamo? Cosa inventerà il prode per girare ancora una volta la frittata? Un suggerimento: se per combattere l’abusivismo edilizio e gettare fumo negli occhi di chi – fortunatamente pochini – ci crede ancora, ha ordinato e fatto ordinare la demolizione di parti abusive di case (nelle case) popolari, per combattere l’evasione fiscale dei consiglieri (certamente non tutti) e degli assessori (forse, non tutti), saltato il ruolo inquisitore del consiglio tributario comunale, potrà affidare, con ordinanza contingibile e urgente, al prefetto l’incarico di verificare se i suoi fidati hanno dichiarato la verità e rimuoverli o rinnegarli o punirli, magari cacciandoli dalla panca, se hanno mentito; il tempo è galantuomo, anche il prefetto.

Orlandino che paga le tasse

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close