esperia tiro_pp

L’ESPERIA VINCE A MESSINA E CONSOLIDA IL SECONDO POSTO


L’Esperia sbanca il Palasanfilippo di Messina con un perentorio 13 a 34 che la dice lunga sull’andamento del match, archiviato nel gioco e nel punteggio sin dalla fine del primo tempo (4 a 15). I paladini senza Italiano, Chiaromonte e Ioppolo non si fanno distrarre ed aggrediscono il match sin dalle prime battute. Coach Lenzo a corto di portieri spedisce Scibilia tra i pali, affida la regia ad Antonio Ipsaro Passione e sposta Aveni e Maurizio Ipsaro terzini, i giovani Gazia e Lucifero ali e l’evergreen Costa a presidiare i sei metri da pivot. I rosa-nero sbagliano alcune facili conclusioni e ne approfittano i padroni di casa a segno con De Domenico (alla fine top scorrer del match con 6 reti). È il primo ed unico vantaggio dei padroni di casa, la risposta ospite è veemente con Gazia, Maurizio Ipsaro e Lucifero per l’1 a 4. Coach Lenzo cambia schema ed opta per una 5-1 con Aveni avanzato, una volta riconquistata palla i paladini trovano facilmente il tiro con rapidi e profondi ribaltamenti. A fine primo tempo una maggiore freddezza sotto porta dei ragazzi di coach Lenzo fa sì che la gara vada archiviata anzitempo con le squadre che vanno al riposo sul 4 a 15.

La ripresa vede gli orlandini sempre attenti e sul pezzo, non concedendo nulla agli avanti messinesi. Entra Marici per Lucifero, Biscuso per Costa e Minissale per Giglia. Nei primi 9 minuti di gioco arriva il primo break con Antonio Ipsaro e Biscuso (4 a 19). Per vedere una rete dei padroni di casa bisogna aspettare ancora De Domenico che sigla la quinta rete dei suoi dopo 10 minuti dall’inizio della seconda frazione. Nel finale si registra anche la prima rete in A2 del giovanissimo Mattia Giglia (classe ’96); al suono della sirena il tabellone segna il 13 a 34 finale per gli ospiti che con questa vittoria (la decima stagionale) conquistano matematicamente il secondo posto e si portano a sole tre lunghezze dalla capolista Kelona Palermo.

Prossimo appuntamento per l’Esperia l’insidiosa trasferta di Agrigento, formazione in splendida forma e che nelle ultime due gare ha battuto il Kelona in casa e l’Alcamo in trasferta. “Buono l’atteggiamento mentale – chiosa capitan Ipsaro –, in difesa abbiamo creato grosse difficoltà ai nostri avversari e con meno imprecisione sottoporta il divario poteva essere ancora più largo. Comunque un buon test prima di Agrigento”. Soddisfatto anche mister Lenzo: “ Buona la risposta da chi ha giocato meno sino ad oggi, squadra corta ed aggressiva e capace di far male in ogni ribaltamento. Adesso dobbiamo evitare cali di tensione ed arrivare ad Agrigento al massimo delle nostre potenzialità”.

Di seguito il Tabellino del match:
Forte Gonzaga Messina – Irritec & Siplast Orlandina 13-34
Forte Gonzaga Messina: Rebecchi, De Domenico F. 6, De Domenico P. 2, Facciola, Pagano 1, Samperi 1, Zagami, Magazzù 1, Frassica 1, Giannetto 1, De Luca, Samperi, Morabito. Coach: Sibilla.
Irritec & Siplast: Aveni 2, Biscuso 5, Costa 1, Gazia 3, Ipsaro Passione A. 4, Ipsaro passione M. 3, Marici 1, Minissale 4, Palmeri 4, Scibilia, Torre 2, Lucifero 4, Giglia 1. Coach: Lenzo

Arbitri: Ruggeri Antonino & Casciano Edoardo di Palmi

Parziali: 15° 2-6, 30° 4-15, 45° 7-23.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close